Vecchie Lire: se hai conservato queste sei ricco, valgono una fortuna

Se sei una di quelle persone che non buttano mai via nulla, allora potresti avere in casa una vera fortuna senza saperlo. Controlla subito se hai ancora delle vecchie Lire.

Le rimpiangiamo un po’ tutti le care vecchie Lire, simbolo di un’epoca che, ormai, non c’è più. Un’epoca in cui bastavano le classiche 20 mila lire per mangiare una pizza e bere una birra il sabato sera. Se, per nostalgia o per amore del collezionismo, le hai conservate, potresti essere ricco. Infatti alcune vecchie Lire valgono una vera fortuna.

Ami collezionare le vecchie monete? Ottimo, allora senza saperlo nel tuo portafoglio potresti conservare delle semplicissime monete che valgono molto più di quello che credi. Se per nostalgia o per altre ragioni ha ancora delle vecchie lire, non buttarle mai: alcune valgono diverse migliaia di euro.

Le lire più rare possono arrivare a fruttarti anche 8000 euro. Naturalmente ad incidere sul valore della moneta concorrono diversi fattori come  la data di emissione, la tiratura e lo stato di conservazione.

Vecchie Lire: queste valgono 8000 euro

Se hai conservato le vecchie lire hai fatto benissimo: non puoi più spenderle per fare la spesa ma puoi diventare ricco proprio grazie a queste vecchie monetine.

Puoi portarti a casa ben 400 euro se hai conservato le vecchie 10 lire del 1946, quelle sui cui era disegnato Pegaso, il cavallo alato.

Addirittura 1200 euro è il valore della moneta da 5 lire del 1946 su cui è raffigurata l’uva. Il suo valore è così alto in quanto è stata la prima moneta da 5 lire coniata dallo Stato italiano.

Infine se hai le vecchie  500 lire su cui sono raffigurate le Caravelle puoi guadagnare tra i 5000 e gli 8000 euro. Coniate per la prima volta nel 1957, queste monete sono state le le prime ad essere realizzate in argento.