Nuovo bonus per Novembre 2023: ecco chi può riceverlo e come

L’idea di un bonus “economico” concepito per essere utilizzato da una schiera di persone più o meno distinte e definite, è divenuto parte di un concetto oramai presente nella popolazione italiana, essendosi fortificato in particolare da diverse necessità di supporto da parte dello stato. Rispetto a forme di welfare definite, i vari bonus possono essere a scadenza ed essere eventualmente prorogati, via via, a seconda delle necessità del momento. Un nuovo bonus per il mese di novembre 2023 è stato confermato, anche se in realtà è la riproposizione di una vecchia tipologia molto apprezzata.

Di quale si tratta? Già da oggi è possibile comprenderne la natura e le potenzialità effettive anche se le richieste partiranno dal 1° novembre 2023.

Ecco tutte le informazione relative al bonus in questione che come accennato è stato riproposto e non presenta “paletti” particolamente rigidi per essere utilizzato.

Nuovo bonus per Novembre 2023: ecco chi può riceverlo e come

bonus novembre 2023

Si tratta del Bonus Trasporti, sviluppato nuovamente nelle richieste dopo diverse “proteste” da parte dei cittadini che ne hanno fatto largo uso. Il Bonus in questione, formalizzato in un voucher vero e proprio da utilizzare per abbonamenti su trasporti sia di tipo mensile che annuale, per un’ampia porzione di cittadini italiani è stato confermato in un nuovo “click day” direttamente dal portale del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L’intento è quello di favorire ed incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico per i cittadini, con le richieste che potranno essere evase in maniera telematica a partire dalle 8 di mattina di mercoledì 1 novembre per l’avanzamento delle richieste, che saranno “a scadenza”, ossia sarà conferita la priorità a chi presenta la richiesta prima di altri.

Il bonus trasporti è stato rifinanziato in una misura di 35 milioni di euro aggiuntivi, e consisterà come anticipato, in un voucher telematico da applicare una volta ottenuto il coupon attraverso il portale del ministero del lavoro.

La richiesta potrà essere effettuata attraverso il portale ufficiale del Bonus Trasporti oppure attraverso un CAF / Partronato abilitato al servizio di questo tipo. Per l’accesso del portale è necessario fare ricorso all’identità digitale con SPID oppure CIE.

Tra i requisiti praticamente unici per ottenere l’accesso al voucher esiste il limite di reddito legato all’anno 2022 che non deve essere superiore a 20mila euro, il voucher “copre” un importo massimo di 60 euro applicabile anche ad un nominativo diverso dal richiedente, questo significa che ad esempio un genitore può fare richiesta del Bonus Trasporti ed utilizzarlo sull’abbonamento di un parente o del figlio.