Quanto vale oggi un Nokia 3310? Ecco cosa dice l’esperto

La telefonia mobile è oramai uno dei settori maggiormente “colmi” in termini tecnologici e ma anche concettuali in quanto i dispositivi come gli smartphone sono riusciti ad accorpare numerose funzioni oltre a quelle prettamente telefoniche, che spesso passano quasi in secondo piano. Eppure la forma moderna dei cellulari, esistente fin dagli anni 90 ma di fatto “esplosa” con la prima diffusione dell’Iphone (dai primi anni 2000 in avanti) è stata possibile anche a modelli come il Nokia 3310 che ancora oggi vale più del semplice “affetto nostalgico”.

Come altri elementi cult dei decenni passati anche un vecchio dispositivo Nokia come questo  può avere un valore sostenuto e sostenibile.

Quanto può valere un vecchio Nokia 3310 al giorno d’oggi, considerando l’ambito evergreen rivalutato negli ultimi anni nel quale questo modello è stato concepito?

Quanto vale oggi un Nokia 3310? Ecco cosa dice l’esperto

Quanto vale oggi un Nokia 3310

Il Nokia 3310 costituisce molto più di un telefono portatile, pur non essendo stato il primo modello della casa finlandese, ha costituito un vero e proprio standard per la telefonia mobile in senso assoluto con una forma di “prima” e “dopo”: per molti è stato il primo telefonino, apprezzatissimo per la durevolezza, longevità e resistenza, sia della batteria ma anche dalla struttura effettiva, denominata quasi indisttruttibile, ed ancora oggi fonte di vere e proprie “leggende”.

Il sistema operativo utilizzato da Nokia per questo modello è stato altrettanto apprezzato, quasi impossibile farlo “bloccare”, molti hanno iniziato la propria avventura nel mondo degli SMS proprio con il 3310, noto anche per la semplicità di utilizzo e della gestione delle suonerie, unica ai tempi.

Commercializzato a partire dal 2000, è stato per distacco il cellulare Nokia dal maggior successo ma anche uno dei più diffusi del proprio tempo con oltre 125 milioni di pezzi, per una commercializzazione che è proseguita fino al 2006. Quanto vale?

Come oggetto “di culto” è difficile dare una valutazione precisa: resta un oggetto che per quanto distante dalla tecnologia attuale, ha in find dei conti solo 23 anni, ragionevolmente un esemplare funzoonante e ben tenuto può far guadagnare fino a 40 euro, ma uno realmente in eccellente stato (cosa non banale, in quanto molti modelli sono stati impiegati per vari anni, confermando gli standard di resistenza molto alti) con tanto di caricabatterie originale può superare i 120 euro.

Uno praticamente nuovo può essere venduto anche per cifre superiori ai 250 euro, trattandosi di un modello che può comunque trovare numerosi estimatori oggi come un tempo nell’ambito collezionistico.