Bere troppi caffè ogni giorno: attenzione, ecco le conseguenze

Nella storia della specie umana sono relativamente poche le tipologie di bevande che sono arrivate ai tempi moderni che possono essere concepite veramente come “totalizzanti” ed in grado di modificare la quotidianità in tempi antichi come il passato, come è riuscito a fare il caffè o il tè, che mantengono enormi capacità di influenzare il sistema nervoso essendo delle fonti di caffeina/teina, che però non spiega da solo il successo culturale che è difficile da “limitare”. Il caffè in particolare è una parte della quotidianità in tantissmi cittadini, a partire dal mattino, ed anche se risulta essere qualcosa che ha molti “punti a favore”, bere troppi caffè ogni giorno è senza dubbio una cattiva idea.

Le motivazioni sono anche inerenti alla condizione fisica del singolo consumatore, ma è indubbio che anche chi è formalmente abituato al consumo di caffè possa effettivamente dover fare i conti con diverse forme di controindicazioni.

Cosa succede se si bevono troppi caffè al giorno? Gli effetti negativi possono essere anche decisamente pericolosi, ecco qualche esempio.

Bere troppi caffè ogni giorno: attenzione, ecco le conseguenze

Bere troppi caffè ogni giorno

Il caffè non fa male, e come molte altre sostanze si trova spesso ad essere considerato “da evitare” in particolare da parte di chi soffre ad esempio di ipertensione oppure di intolleranza alla caffeina, il principale alcaloide che ha un effetto stimolante e rivitalizzante sul sistema nervoso in senso generale.

La caffeina è però anche qualcosa che crea dipendenza e quindi i suoi effetti tendono ad essere “calmierati” dall’organismo che formalmente sa come gestire i picchi di caffeina, il che può portare ad un consumo smodato. In quantità modeste o comunque non eccessive (la dose consigliata massima è di 3-4 caffè espresso al giorno, meglio se “dilazionati” e consumati a stomaco pieno, così anche da massimizzare gli effetti “eccitanti” della caffeina) fa “bene” in quanto apporta un potere digestivo agevolto, ma anche uno antiossidante e benefico per il cuore ed il sistema nervoso. A piccole dosi, può anche contribuire alla riduzione del colesterolo del sangue.

Troppi caffè sono al contrario causa di nervosismo, ma anche capacità di concentrazione “falsata”, oltre che non essere assolutamente utile se si combatte già contro l’insonnia, soprattutto se il caffè viene  consumato poche ore prima di coricarsi. E’ anche un qualcosa che può incidere negativamentee per chi soffre di problemi gastrointestinali oppure problemi di reflusso gastroesofageo.

Possibili anche condizioni problematiche sull’umore come l’ansia costante che costituisce un problema per molti.