Home » Wanted Italian Tour di Zucchero a Bari il 12 marzo

Wanted Italian Tour di Zucchero a Bari il 12 marzo

Approderà a Bari il prossimo 12 marzo il nuovo tour di Zucchero Wanted Italian Tour. Il tour è già un successo, infatti è sold out per quasi tutte le date previste nel 2018. Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero, torna dunque a rinnovare il suo successo e dal 26 febbraio ha iniziato a solcare i palchi dei migliori palazzetti italiani: da molti giorni Wanted Italian Tour 2018 ha registrato vendite al top e questo conferma ancora una volta come il cantante sia amato dal pubblico.

Anche il tour precedente, il Black Cat World Tour, è stato un grande successo e ha registrato in tutto il mondo 1 milione di spettatori: allora l’artista ha fatto ben 137 concerti, 22 dei quali li ha tenuti nell’arena di Verona in soli 12 mesi. Il nuovo tour partito da Padova e Torino, proseguirà nelle città di Milano, Firenze, Pesaro, Roma, Eboli, Salerno, Catania e sarà a Bari il 12 marzo alle 21:00 al Palaflorio.

Wanted Italian Tour sold out quasi in tutte le tappe

Dopo la tappa di Bari, Zucchero proseguirà con il suo Wanted Italian Tour per Bologna, dove terrà un altro concerto il 13 marzo. L’album in tour, “Wanted – The Best Collection” della Universal Music, ripercorre oltre trent’anni di carriera e contiene le immagini dei concerti nell’Arena di Verona, una specie di docufilm girato nei backstage, con interviste e contenuti speciali più tre brani inediti.

Sin dai primi giorni di apertura della biglietteria le vendite hanno registrato numeri incredibili, e a distanza di trent’anni Zucchero coinvolge ancora talmente tanto il suo pubblico che in quasi tutte le tappe c’è stato il tutto esaurito. Il cantante ha ottenuto il grande successo nel 1988 e Blue’s, uno dei dischi più amati, con all’interno “Con le mani”, “Senza una donna”, “Solo una sana e consapevole libidine”, hanno registrato consensi inaspettati, consacrando Fornaciari vera star italiana ma anche all’estero. Nel suo percorso musicale l’artista ha collaborato con gli U2, Dolores O’Riordan dei Cranberries.