Home » Puglia: 4 milioni per migliorare l’accessibilità degli edifici ai diversamente abili

Puglia: 4 milioni per migliorare l’accessibilità degli edifici ai diversamente abili

La Regione Puglia potrà contare su 4 milioni di euro, che consentiranno il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

La Puglia non è una regione per i diversamente abili? Chi la pensa così potrebbe vedere le cose cambiare radicalmente grazie ai 4 milioni di euro stanziati recentemente per migliorare l’accessibilità agli edifici.

È risaputo che parte delle architetture, specialmente quelle degli edifici privati, non siano adatta per essere attraversate o raggiunge in carrozzella. Per tale ragione, la Puglia ha deciso di mobilitarsi in favore di chi ha delle disabilità reali e che quindi ha bisogno di accedere ai servizi in particolare autonomia.

La Regione Puglia potrà contare su 4 milioni di euro, che consentiranno il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. Ad annunciare questa splendida notizia, che fa piacere a tutta la comunità della regione, è l’assessore alla Pianificazione Territoriale e alle Politiche Abitative della Regione Puglia, che ha commentato l’ammissione della Regione nel riparto dello speciale fondo previsto annualmente dai Ministeri Infrastrutture e Trasporti, Economia e Finanze, Lavoro e Politiche Sociali in base alla legge statale numero 13 del 9 gennaio 1989 “Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”.

“Si tratta di somme certe – commenta l’assessore – che migliorano sensibilmente la qualità della vita dei diversamente abili eliminando ostacoli e barriere che rendono inaccessibili e invivibili gli edifici privati. Sono molto soddisfatto perché grazie al lavoro incessante degli uffici competenti siamo riusciti a recuperare un finanziamento importante dal quale la Regione Puglia rischiava di restare esclusa perdendo così la sua quota di riparto. Questo fondo ci convince sempre più della necessità di investire nelle politiche di inclusione e di sostegno dei cittadini più svantaggiati. E già nelle prossime settimane, il 13 febbraio, si insedierà a Roma il tavolo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il parere definitivo al finanziamento”.

Si tratta sicuramente di un passo avanti per la Regione Puglia, che garantirà una più semplice e autonoma mobilità a tutti i cittadini diversamente abili che, nonostante non fossero neanche lontanamente disabili al 100%, avevano comunque bisogno di costante assistenza a causa di una conformazione urbana davvero poco accessibile.