Home » Cinema Paradiso, lo spettacolo in cui Totò sogna ad occhi aperti torna al Teatro Garibaldi

Cinema Paradiso, lo spettacolo in cui Totò sogna ad occhi aperti torna al Teatro Garibaldi

Torna al Teatro Garibaldi di Bisceglie, comune in provincia di Barletta-Andria-Trani, Cinema Paradiso, lo spettacolo dove il piccolo Totò torna ad essere protagonista. Lo spettacolo andrà in scena il prossimo venerdì 16 febbraio a partire dalle 21:00 in piazza Regina Margherita.

La vita di Totò era fatta di sogni ad occhi aperti e Cinema Paradiso è qualcosa di veramente sorprendente, dove i miti del cinema sono chiamati a ripercorrere la vita non facile del bambino a cui vogliono donare amore. L’attore giovanissimo è protagonista di una storia narrata dal teatro, dalla danza e dal cinema stesso, che diventa guida per tutta la platea che vi si rispecchia e stabilisce complicità ed empatia contagiose, in un percorso scenografico che porta lo spettatore ad avere ancora più amore per il grande schermo.

Cinema Paradiso, uno spettacolo sorprendente

Lo spettacolo Cinema Paradiso è a cura di Tra il dire e il fare e La luna nel letto, mentre l’assistente alla regia è Antonella Ruggiero. In scena ci sono Giuseppe Di Puppo, Annarita De Michele, Erica Di Carlo, Paolo Gubello, Daniele Lasorsa, Leonard Lesage, Salvatore Marci, Maria Pascale, Palmiriana Sibilia, Luigi Tagliente. Regia, luci e scene sono a cura di Michelangelo Campanale, supervisione coreografica Aline Nari, cura del testo Katia Scarimbolo, tecnico luci Tea Primiterra, costumi Maria Pascale, video omaggio agli addii Mario Bianchi, video Ines Cattabriga, Michelangelo Campanale.

Ecco qualche stralcio dello spettacolo: “C’era una volta in America… Aspettavo sempre che il campanello facesse King Kong e che dietro la porta comparisse il dottor Zivago e sognavo che difronte a me si aprissero Orizzonti di gloria e potessi volarmene Via col vento”. Dopo il debutto internazionale al festival Iberoamericano di teatro di Bogotà, in Colombia, Cinema Paradiso va in scena nel luogo in cui è nato, portando tutta l’emozione della sua creazione.