Home » Antica Roma in Puglia, reperti e monumenti della civiltà romana nella regione

Antica Roma in Puglia, reperti e monumenti della civiltà romana nella regione

Dominata da diverse culture, la regione Puglia ha sempre mostrato i segni dei popoli che l’hanno attraversata. Sono infatti numerose le testimonianze dell’ antica Roma in Puglia, che emergono dai numerosi reperti e monumenti presenti nel territorio.

La civiltà romana ha eretto numerose costruzioni e fondato diverse comunità: sin dal primo contatto tra civiltà romana e territorio pugliese, avvenuto nel 315 a.C., si ebbero influenze della che portarono ad annettere Brindisi al regno di Roma, Nel 267 a.C. la regione viene conquistata e le città fondate vennero divise in due tipologie, colonie o municipi.

Risale al tempo dell’ antica Roma in Puglia la famosa via Traiana, così chiamata poiché collegava la colonia di Troia nel foggiano con la capitale. Sulla strada di Brindisi venne fondata Canosa, a pochi chilometri da Barletta, che univa anche Vieste e Siponto per i loro porti strategici e commerciali.

Tante le testimonianze dell’ antica Roma in Puglia

Numerosi resti dell’ antica Roma in Puglia sono riscontrabili a Brindisi, come ad esempio le colonne romane di cui una alta 19 metri sostiene un fantastico capitello adorno dei busti di Giove, Nettuno, Pallade e Marte e di 8 Tritoni.

Resta invece il basamento e un rocchio della colonna gemella, crollata nel 1528 e donata ai leccesi per reggere la statua di S. Oronzo. Lecce fu conquistata attorno al 268 a.C. anch’essa divenne municipio. Il suo nome fu cambiato in Lupiae e la sua economia, sotto la guida dell’imperatore Marco Aurelio, ebbe maggiore impulso. Dell’epoca romana sono visibili il teatro e l’anfiteatro, oggi ammirati dai turisti e vanto della città.

Dell’epoca romana ricordiamo anche il sito archeologico di Canne della Battaglia, dove si possono visitare strutture storiche, ceramiche, statue e reperti oltre che un ponte romano nelle vicinanze. Resti della cultura romana si possono ammirare anche nella Villa Romana, posta su un’altura omonima vicino Porto Perone, ma anche ad Ischitella, nel foggiano, si può visitare un antico stabilimento termale scoperto nel 1953, adattato successivamente a sepolcreto.