Home » Puglia: Con Pass Laureati 20 milioni di euro alla formazione post laurea

Puglia: Con Pass Laureati 20 milioni di euro alla formazione post laurea

Ancora pochi giorni per partecipare a Pass Laureati, il bando della Puglia che dispone di 20 milioni di euro per la formazione post laurea.

L’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, guidato da Sebastiano Leo, ha scelto di destinare 20 milioni di euro per finanziare la formazione post laurea dei laureati di Puglia.

Per usufruire dei 20 milioni di euro totali, è necessario seguire la procedura telematica, che permette di candidarsi al bando: la possibilità di candidarsi al bando Pass Laureati scade alle ore 14.00 del prossimo 11 gennaio 2018.

“L’iniziativa mira a favorire e sostenere l’alta formazione attraverso l’erogazione di voucher finalizzati alla frequenza di master universitari post lauream in Italia e all’estero. È dunque davvero significativa l’opportunità offerta dal bando “Pass Laureati”, una misura con cui la Regione investe sul futuro del giovani studenti pugliesi, preziose energie da preservare e valorizzare in vista di un loro ritorno in Puglia al termine dei percorsi formativi”. – ha dichiarato il consigliere regionale di “Noi a Sinistra per la Puglia”, Enzo Colonna.

Tali voucher permetteranno il rimborso delle spese di chi frequenta i seguenti corsi:

– master di I o II livello, erogati da Università italiane e straniere, pubbliche e private riconosciute dall’ordinamento nazionale (che attribuiscano almeno 60 CFU);

– master accreditati dall’ASFOR (Associazione Italiana per la Formazione Manageriale) o da organizzazioni internazionali che si occupano di formazione (EQUIS o AACSB, Association of MBAS), erogati da Istituti di formazione avanzata sia privati sia pubblici.

I voucher saranno riconosciuti in differenti entità in base al valore ISEE del candidato e in particolare:

– 100% in caso di ISEE sino a 10.000 euro;
– 90% in caso di ISEE da 10.001 a 20.000 euro;
– 80% in caso di ISEE da 20.001 a 30.000 euro.

I voucher non vengono erogati ai vincitori del bando nelle stelle modalità. Chi non supera un certo reddito, infatti, può usufruire dell’anticipo del 60% della cifra: dell’80%, addirittura, se non supera i 10 mila euro di reddito annui.

Un’iniziativa incredibile quella della Regione Puglia, che lancia un messaggio importantissimo: quello che gli studi e la formazione non si concludano con la laurea, ma richiedano un prosieguo talvolta indispensabile.