Home » Video tour scoprire Fasano nella mini serie 5mins

Video tour scoprire Fasano nella mini serie 5mins

La mini serie 5mins di Fasano è un progetto di valorizzazione territoriale e parla di cinque luoghi tutti da scoprire, raccontati appunto in soli cinque minuti. A ideare il progetto è stato l’architetto Beniamino Attoma Pepe e il web designer e grafico Dario De Leonardis: è grazie a loro che il progetto delle mini serie 5mins è stato realizzato ed ha l’obiettivo di dare risalto a luoghi praticamente dimenticati. In particolare, tra i luoghi che sono finiti nel dimenticatoio vi è la Selva di Fasano, ma sono tanti altri i luoghi da riscoprire e da visitare e che vengono mostrati in questi 5 minuti.

Si tratta di luoghi molto significativi e non solo della città ma anche dei dintorni, alla scoperta di un territorio che offre tanti spunti di interesse. Proprio perché hanno un grande significato per la storia del territorio, questi luoghi hanno bisogno di essere valorizzati dal punto di vista culturale.

Il progetto mini serie 5mins da diffondere sui social

Il primo video della mini serie 5mins narra tutte le caratteristiche storico-culturali della Selva di Fasano, appartenente al comune, sovente utilizzata per celebrare eventi speciali e matrimoni civili. Nel secondo video invece si narra la storia del Parco Rupestre, “Lama d’antico“, al cui interno è possibile esplorare le diverse strutture che dovevano far parte del villaggio, la chiesa scavata nella roccia, le grotte abitazioni e quelle legate al lavoro.

Con questo i due pugliesi intendono quindi mostrare angoli della Puglia degni di tornare alla ribalta e di essere introdotti nei luoghi da visitare. I video sono in inglese con sottotitoli in italiano, per consentire a chiunque di poterli ascoltare. Il progetto originale prevede la realizzazione di cinque video della durata di cinque minuti da diffondere tramite i social, ovviamente più utilizzati come YouTube, Facebook, Instagram, Vimeo e il sito www.5mins.it, quello ufficiale del progetto. Ci sono ottime previsioni che il progetto diventi virale e così anche i luoghi.