Home » Il bene è culturale, l’edizione 2017 di FestambienteSud

Il bene è culturale, l’edizione 2017 di FestambienteSud

L’edizione 2017 di FestambienteSud si intitola “Il bene è culturale” e si svolgerà per il 13° anno a Monte Sant’Angelo (Fg).

L’evento avrà luogo dal 7 al 10 dicembre e si tratta di una tappa invernale ricca di appuntamenti, con concerti, conferenze, visite ed archeocene.  Il programma del festival Il bene è culturale comprende 4 concerti scelti da Paolo Fresu e diversi eventi culturali, 3 visite, 2 simposi, un dibattito e 3 archeocene.

Sotto la guida dell’assessorato di Loredana Capone e delle politiche culturali della Regione Puglia il festival è destinato a crescere e ad offrire sempre nuovi eventi ai cittadini.

Quest’anno tra le novità c’è anche un progetto speciale Agri.Cultura, dedicato alla valorizzazione culturale del cibo e dell’agricoltura e realizzato in collaborazione con l’assessorato all’agricoltura della Regione Puglia.

Il bene è culturale, un’edizione spettacolare

Gli incontri che avverranno nell’ambito del festival Il bene è culturale spaziano dalla Agri.Cultura del 7 dicembre, evento di apertura, agli Itinerari culturali e beni Unesco, questi ultimi oggetto del ricchissimo convegno che si terrà il 9 dicembre e che culminerà nella presentazione del libro “Alla scoperta della Green Society” curato da Vittorio Cogliati Dezza.

In programma ci sono quattro concerti: il 7 dicembre ci sarà quello della fisarmonica con Gianni Coscia che mette in scena uno spettacolo in omaggio a Umberto Eco; l’8 dicembre quello dei giovani jazzisti che Paolo Fresu ha raccolto attorno al progetto Lumina, dedicato alla luce; il 9 dicembre ci sarà quello dedicato al Jazzy Christmas con Paolo Fresu Quintet e Daniele di Bonaventura; il 10 dicembre ci sarà il concerto di chiusura con bravissima Debora Petrina e il suo ultimo lavoro Be Blind. Durante l’edizione 2017 di FestambienteSud sarà curata anche la cucina e saranno presenti le Archeocene che presenteranno il cibo dei pellegrini e le migliori ricette di epoca longobardo-bizantina e normanno-sveva.

Ci saranno anche visite guidate a Monte Sant’Angelo e a San Giovanni Rotondo.