Home » Palazzo dell’acqua a Bari, storico edificio riaperto al pubblico

Palazzo dell’acqua a Bari, storico edificio riaperto al pubblico

E’ stato riaperto al pubblico lo storico Palazzo dell’acqua a Bari, sede dell’Acquedotto Pugliese. L’edificio sarà visitabile fino al prossimo 5 novembre e al suo interno si potrà ammirare la mostra d’arte contemporanea intitolata “Water Shapes”, inaugurata nel corso del Festival dell’Acqua. Col passare del tempo l’edificio è diventato patrimonio storico ed architettonico per i pugliesi che lo ricordano perché simbolo della conquista dell’acqua da parte dei pugliesi.

La costruzione dell’edificio è iniziata nel 1924 con un provvedimento dell’ingegnere Gaetano Postiglione, commissario regio dell’Ente Autonomo Acquedotto Pugliese che affidò la direzione dei lavori a Cesare Vittorio Brunetti. I lavori durarono sette anni e finalmente la Puglia è stata orgogliosa di mostrare questo spettacolare esempio di romanico pugliese.

All’esterno la pietra di Trani è stata scolpita nei capitelli e nelle bifore, ma anche sui balconi, grazie al lavoro di grande precisione di scalpellini locali. I dipinti murali, le sculture, i mobili e le altre decorazioni presenti sul palazzo raccontano la storia affascinante di questo edificio che è un vero esempio di espressione artistica improntato sull’acqua.

Al piano terra del palazzo si trova il museo della storia dell’Acquedotto Pugliese, mentre al primo piano è situata la sala del consiglio con splendidi affreschi.