Home » Il borgo di Castro attrattiva importante per i resti del castello del XIII secolo

Il borgo di Castro attrattiva importante per i resti del castello del XIII secolo

Il borgo di Castro è un delizioso centro peschereccio della Puglia ma anche una località balneare di notevole attrazione. La varietà dei paesaggi che offre ai turisti è uno dei motivi che invita a sceglierlo come meta di vacanza ideale, tanto da essere considerato una delle perle del Salento. Oltre alle numerose attrazioni che distinguono questo borgo, tra cui la chiesa dell’Annunziata, costruita nel XII secolo sulle rovine di un antico tempio greco e il Porto Vecchio, l’attrattiva più importante è costituita dal Castello Aragonese, importante strumento di difesa risalente al XII secolo.

Il Castello era stato edificato per rafforzare, insieme alle cinta murarie, il sistema di difesa del luogo. Quasi completamente distrutto nel 1480 in seguito al saccheggio di Otranto, la struttura fu poi ricostruito nel corso del 1500 sotto iniziativa di una famiglia di nobili locali. Ad oggi il castello appare completamente restaurato e ospita il Museo Civico Antonio Lazzari con la mostra archeologica permanente “Castrum Minervae: tra Greci e Messapi”, che comprende numerosi reperti archeologici ritrovati nel centro storico e nel territorio circostante il borgo. In alcuni punti del castello è ancora possibile ammirare le antiche mura originarie.