Home » Carciofi ripieni, secondo della tradizione pugliese

Carciofi ripieni, secondo della tradizione pugliese

I carciofi ripieni sono una ricetta autentica della tradizione pugliese, che fa da primo e da secondo. E’ d’abitudine, infatti, condire la pasta con il sughetto dei carciofi ripieni, da condire con formaggio o parmigiano.

Ingredienti

  • 10 carciofi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 uova
  • 250 g di mollica di pane
  • 50 g di pecorino romano
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • Sale fino q. b.

Preparazione

Pulire i carciofi e privarli delle foglie esterne, facendo attenzione ad eliminare i filamenti sulla punta. Eliminare anche la corteccia dai gambi e mettere anche questi, insieme ai carciofi, in un recipiente coprendoli con acqua e succo di limone.

Preparare il ripieno mettendo la mollica in un contenitore insieme al prezzemolo e gli spicchi d’aglio tritati, alle uova e a 3 cucchiaini d’olio. Mettere anche il pecorino e il sale a piacere. Amalgamare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo, poi prendere i carciofi, allargare la rosa con le mani e riempire l’interno con il ripieno.

Mettere i carciofi ripieni dentro una pentola abbastanza capiente e posizionarli verticalmente, facendo in modo che si incastrino e rimangano in piedi. Mettere anche i gambi e coprire con acqua fino a metà dei carciofi, un filo d’olio e sale. Fare cuocere con un coperchio per 60 minuti fino a quando si restringe l’acqua.