Home » Puglia e la vendemmia tra cultura e tradizione

Puglia e la vendemmia tra cultura e tradizione

La vendemmia è da sempre alla base della produzione di una delle ricchezze che contraddistinguono il territorio pugliese, naturalmente il vino, una bevanda diventata fenomeno di cultura ma che è frutto di un’antica tradizione. La coltivazione dell’uva ovviamente richiede una procedura lunga e complessa ma anche tanta passione e forza per ottenere questa bevanda. Per ottenere un buon vino è molto importante il periodo di raccolta che può oscillare tra luglio e ottobre per quanto riguarda l’emisfero boreale e da febbraio ad aprile per l’emisfero australe.

E’ però fondamentale capire il grado di maturazione dell’uva, le condizioni climatiche che variano a seconda dei luoghi, il tipo di uva e il tipo di vino che si intende ottenere. Importante è il metodo di raccolta: nella vendemmia pugliese si distinguono il metodo naturale e quello meccanico. Il primo è utilizzato per la produzione di vini di alta qualità e degli spumanti, il secondo è invece utilizzato per favorire la raccolta manuale. La vendemmia, vista come osservatore, sembra qualcosa di divertente, ma invece è frutto del lavoro di tanti uomini e donne che dedicano tutta la loro passione per dare vita a prodotti pregiati e amati in tutto il mondo, come lo sono d’altronde molti prodotti italiani.